Finanziamento PostePay Evolution 2021: prestiti personali e finanziamenti anche senza busta paga

Scopriamo se tra le soluzioni offerte da Poste Italiane nel 2021 ci sono anche i prestiti personali senza busta paga e forme di finanziamento PostePay Evolution. Già da diversi anni Poste Italiane è riuscita ad imporsi come uno dei principali protagonisti nel mondo del credito: l’istituto propone un’ampia gamma di prestiti dedicati ai suoi clienti; tra i suoi clienti rientrano ance i titolari di PostePay Evolution, la carta prepagata dotata di Iban. 

La PostePay è probabilmente la carta prepagata più famosa del nostro paese, ma nel corso degli anni alla classica “carta gialla” si sono affiancate le sue evoluzioni (parola scelta non a caso), ovvero la PostePay Virtual, la PostePay Impresa, la PostePay Corporate, la PostePay IoStudio, la versione normale e business della PostePay Evolution. Quest’ultima si distingue dalle altre perché non è solo una carta prepagata, ma permette anche di fare alcune operazioni tipiche del conto corrente: la carta infatti è dotata di codice Iban, quindi è possibile disporre o ricevere bonifici, accreditare lo stipendio o la pensione, domiciliare le utenze, pagare i bollettini e così via. Per avere la PostePay Evolution bisogna fare la richiesta presso un ufficio postale, anche se non si è titolari di un conto BancoPosta. La carta ha un costo di emissione di 5 euro e un canone annuo di 10 euro, permette di richiedere un particolare finanziamento PostePay Evolution,consente di fare prelievi gratuiti dai Postamat (mentre i prelievi da ATM di altre banche in Italia e nei Paesi Euro costano 2 euro); i bonifici hanno un costo di 1,00 euro se vengono eseguiti dal sito postepay.it tramite l’applicazione App Postepay (il costo sale a 3,50 euro se l’operazione viene eseguita da un ufficio postale).

I prestiti personali con PostePay Evolution di Poste italiane

Dopo aver visto le caratteristiche della carta-conto possiamo andare a scoprire i prestiti erogati da Poste Italiane per scoprire quale tra loro può essere definito come finanziamento PostePay Evolution. I prodotti sono tanti e, in linea generale, permettono di ottenere importi tra i 1.000 e i 60.000 euro, con durate che possono andare da un minimo di 22 mesi ad un massimo di 120 mesi, con rata costante e tasso fisso per l’intero piano di rimborso.

Prestito BancoPosta

Possiamo definirlo il prodotto base: con questo finanziamento si possono richiedere importi tra i 3.000 e i 30.000 euro, da restituire con piani di rimborso con durata compresa tra i 24 e gli 84 mesi. Possono richiedere il prestito le persone che risiedono in Italia e che hanno un reddito da pensione o da lavoro dimostrabile e prodotto in Italia; al momento della richiesta (che può essere fatta solo recandosi presso un ufficio postale) bisogna avere con sé un documento di identità, il codice fiscale e un documento di reddito. L’erogazione avviene con accredito su conto corrente, su Libretto Postale o su PostePay Evolution, ma per i prestiti fino a 10.000 euro c’è la possibilità di prelevare le somme in contanti direttamente allo sportello. Il rimborso può avvenire con addebito su conto corrente o su PostePay Evolution o tramite bollettini postali

Prestito BancoPosta Flessibile

Può essere visto come un’evoluzione del finanziamento visto in precedenza: consente di ottenere importi tra 3.000 e 30.000 euro, a in questo caso la durata del finanziamento può andare dai 24 ai 108 mesi perché c’è la possibilità di cambiare l’importo della rata (passando dalla rata base a quella alta la durata del finanziamento si riduce, mentre passando da quella base a quella bassa la durata si allunga) o di saltare la rata, posticipandone il pagamento al termine del piano di rimborso. I requisiti sono gli stessi visti prima, ma per avere questo finanziamento è necessario essere titolari di un conto BancoPosta.

Prestito BancoPosta Online

Anche Poste Italiane ha un finanziamento gestibile interamente online grazie alla firma digitale: anche in questo caso gli importi erogati possono andare da un minimo di 3.000 euro ad un massimo di 30.000 euro, con durate che vanno dai 24 agli 84 mesi. Requisiti e documenti richiesti sono sempre gli stessi, ma di sicuro questo non può essere definito un finanziamento PostePay Evolution perché può essere richiesto solo dai titolari di conto corrente BancoPosta che hanno attivato il servizio di Internet Banking.

Prestiti BancoPosta Acquisto Casa o Ristrutturazione Casa

Consentono di ottenere importi tra i 10.000 e i 60.000 euro per acquistare o ristrutturare la casa; i piani di rimborso possono andare dai 36 ai 120 mesi; requisiti e documenti sono sempre gli stessi, ma il prestito viene erogato solo a chi è titolare di un conto BancoPosta o di un Libretto di Risparmio Postale Nominativo Ordinario.

Prestito BancoPosta Auto

Vale quanto detto per il prestito per l’acquisto o la ristrutturazione della casa, ma in questo caso l’importo concesso può andare dai 10.000 ai 30.000 euro. Grazie alla promozione in corso un prestito di 23.000 euro può essere restituito in 78 mesi con rate da 366,76 euro; con un Tan fisso al 6,90% e il Taeg al 7,30%, il totale dovuto dal cliente ammonta a 28.722,24 euro.

Mini Prestito BancoPosta, il finanziamento PostePay Evolution del 2021

Ed eccoci arrivati al finanziamento PostePay Evolutin per eccellenza, ovvero il Mini Prestito BancoPosta. Come si può intuire al nome si tratta di un piccolo finanziamento che può essere richiesto dai titolari di carta PostePay Evolution: i richiedenti devono avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni al momento della domanda di prestito (massimo 76 anni non compiuti al termine del piano di rimborso), devono risiedere in Italia e devono percepire un reddito dimostrabile prodotto in Italia. Come sempre, per richiedere il finanziamento è necessario avere con sé un documento di identità, il documento di reddito e il codice fiscale. La particolarità di questo finanziamento PostePay Evolution è rappresentata dalla sua semplicità: si possono ottenere importi di 1.000, 2.000 o 3.000 euro da rimborsare con un piano di rimborso dalla durata fissa di 22 mesi. L’erogazione avviene con accredito sulla carta/conto, mentre il rimborso avviene con addebito mensile sulla stessa carta. Il prestito può esser richiesto solo presso un ufficio postale, quindi non sarebbe una cattiva idea prenotare un appuntamento tramite il sito poste.it oppure chiamando al numero verde 800003322.

Finanziamenti PostePay Evolution senza busta paga

Come abbiamo visto, per tutti i prestiti personali BancoPosta che abbiamo descritto è previsto che il richiedente presenti, al momento della domanda, un documento di reddito. In altri termini per ottenere un prestito è necessario avere una busta paga (per i lavoratori dipendenti), il cedolino della pensione (per i pensionati) o il modello Unico con relativa ricevuta di pagamento (per i liberi professionisti). E tutti gli altri? Ci sono tantissime categorie di persone (giusto per citarne alcune possiamo nominare le casalinghe, i lavoratori irregolari, gli studenti e i disoccupati) che non hanno un documento di reddito da esibire; per loro ottenere un finanziamento può essere particolarmente difficile e la strada che può avere maggiori possibilità di successo (ma nulla è garantito, attenzione) è quella che prevede la presenza di un garante.

Il garante è la persona che si impegna a pagare le rate di rimborso se il debitore principale si dimostra inadempiente. Naturalmente se si vuole ottener un prestito senza busta paga il soggetto proposto come garante deve dare ampie garanzie di solidità e affidabilità, quindi deve avere un buon reddito (abbastanza alto da poter sopportare l’eventuale spesa rappresentata dal pagamento della rata di rimborso) e non deve essere segnalato come cattivo pagatore. Grazie alla presenza di un soggetto che si impegna a pagare le rate al posto suo, il richiedente, pur non avendo un suo documento di reddito, potrebbe accedere alle soluzioni di finanziamento di cui abbiamo parlato finora, anche se difficilmente si potranno ottenere importi particolarmente elevati. L’ultima parola, ovviamente, spetta sempre all’istituto erogante, che in questi casi può essere Deutsche Bank, Compass o Findomestic (Poste Italiane in pratica agisce da intermediario tra il richiedente e le finanziarie).

Fino a non molto tempo fa era disponibile un piccolo finanziamento PostePay Evolution che consentiva di richiedere importi pari a  750, 1.000 o 1.500 euro da restituire in 15, 20 o 24 mesi con rate che ammontavano a 54,50 euro, 56 euro o 71,50 euro; navigando sul web è possibile trovare ancora diverse pagine che parlano del prodotto (si chiamava Prestito Special Cash) e in alcune di queste il finanziamento viene presentato come prestito richiedibile senza busta paga. In realtà tra i requisiti necessari per ottenere le somme c’era la presenza di un reddito dimostrabile. Esattamente come nell’attuale finanziamento PostePay Evolution, ovvero il Mini Pretito BancoPosta di cui abbiamo parlato in precedenza. Per la maggior parte dei prestiti erogati da Poste Italiane bisogna essere titolari di un conto corrente BancoPosta o di un Libretto Postale, ma questa condizione non è necessaria per il Prestito BancoPosta: in questo caso chi è titolare di una carta PostePay Evolution può richiedere il finanziamento, con le somme che vengono accreditate sulla carta (sulla tessa carta poi ci saranno gli addebiti delle rate di rimborso).

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Privacy Settings

When you visit any web site, it may store or retrieve information on your browser, mostly in the form of cookies. Control your personal Cookie Services here.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi