Finanziamenti per Giovani 2021: a fondo perduto, imprenditori, agricoltori, start up e coppie per prima casa

Quali sono i finanziamenti per giovani del 2021? Spesso i giovani incontrano delle difficoltà a riuscire ad ottenere un prestito: la precarietà della loro situazione lavorativa o la ridotta anzianità di servizio sono tra i motivi principali che spingono gli istituti di credito a rifiutare le loro domande. Per fortuna non è tutto perduto: alcune banche hanno studiato delle soluzioni ad hoc per i giovani che hanno bisogno di un prestito e in più ci sono i cosiddetti finanziamenti a fondo perduto (o con altri tipi di agevolazioni) stanziati a livello europeo, nazionale o regionale che possono permettere alle “nuove leve” di mettere in pratica i loro sogni. Facciamo un riepilogo dei finanziamenti per giovani disponibili nel 2021 per chi vuole diventare imprenditore, agricoltore, creare una start up oppure per le coppie che hanno bisogno di un mutuo per la loro prima casa.

Prestiti personali per giovani 2021: piccoli finanziamenti agevolati e immediati

Iniziamo con i tradizionali prestiti personali erogati da banche e finanziarie: alcune di loro hanno creato delle formule speciali di finanziamenti per giovani e può essere interessante parlarne. Intesa Sanpaolo propone il suo PerTe Prestito Giovani, che può essere richiesto anche da chi ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato, da chi svolge un lavoro atipico e dai liberi professionisti. Si possono ottenere importi fino a 30.000 euro, con piani di rimborso che possono arrivare fino a 10 anni di durata e c’è anche la possibilità di sfruttare l’opzione di flessibilità “posticipo rate”. La risposta dell’istituto arriva di solito entro 24 ore dal momento in cui riceve la richiesta. Facciamo un piccolo esempio per capire le condizioni applicate per finanziamenti di questo tipo: un prestito da 10.000 euro può essere restituito in 84 mesi con il pagamento di rate da 144,89 euro (la prima, che comprende anche gli interessi di preammortamento sarà di 193,73 euro), con TAN 5,75% e TAEG 6,55%; considerando che le spese di istruttoria corrispondono al 2% dell’importo finanziato, il capitale erogato ammonta a 9.800 euro, mentre quello che il cliente deve restituire è pari a 12.219,60 euro.

Un altro esempio di prestito per giovani è quello erogato da BPER Banca: si tratta di una soluzione pensata a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 35 anni (vedremo che questa fascia di età è quella che viene spesso indicata come target dei finanziamenti per giovani) che consente di richiedere somme tra i 500 euro e i 15.000 euro, con durate che possono arrivare fino a 10 anni; il TAEG è fisso all’8,192%. Sul sito della banca viene riportato un esempio che fa riferimento ad un ragazzo che chiede un prestito per comprare il motorino: l’importo erogato di 2.000 euro dovrà essere rimborsato in 12 mesi con il pagamento di rate da 172,12 euro; il TAN è al 5,99% e il TAEG, come detto, all’8,912%; considerando gli interessi (65,44 euro), le spese di incasso rata (1,50 euro) e quelle per l’invio di comunicazioni periodiche (0,90 euro), il costo complessivo del credito è pari a 84,34 euro, per un totale da rimborsare che ammonta a 2.084,34 euro.

Possiamo parlare anche delle proposte di UBI Banca, che ha predisposto una gamma di prodotti pensati per i giovani: ci sono il prestito per le piccole spese e quello per realizzare progetti più grandi, i prestiti universitari e i finanziamenti per start up. Creditopplà Fisso Grandi Progetti è il finanziamento per giovani (in questo caso si parla di under 30) che lavorano e hanno intenzione di puntare forte sul loro futuro professionale frequentando un master oppure dando vita al progetto di avviare una nuova attività; si possono ottenere importi tra i 5.000 e i 30.000 euro, da restituire in minimo 12 e massimo 84 mesi con il TAN fisso al 6,99%. Ad esempio, un finanziamento da 2.000 euro può essere restituito in 84 mesi con il pagamento di rate da 302,75 euro; il TAN è fisso al 6,99 euro, il TAEG è pari al 7,96%, per un totale da rimborsare che ammonta a 25.438,77 euro.

Finanziamenti a tasso zero per nuove imprese: vantaggi per i giovani imprenditori

Ma veniamo ai vari bandi relativi ai finanziamenti a fondo perduto o a condizioni agevolati erogati a favore dei giovani che vogliono realizzare un progetto. Il primo incentivo di cui parliamo è Nuove Imprese a Tasso Zero: come si può intuire dal nome si tratta di un prestito a tasso zero dedicato ai giovani e alle donne di tutta Italia che desiderano diventare imprenditori. Gli incentivi sono destinati alle imprese (costituite in forma di società da non più di dodici mesi) compose in prevalenza da donne di ogni età oppure da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Possono presentare la domanda di finanziamento anche le persone fisiche, a patto che costituiscano la società entro 45 giorni dal momento dell’ammissione all’agevolazione. L’obiettivo di questo finanziamento per giovani e per donne è chiaro: si vuole favorire la creazione di nuove micro e piccole imprese con un prestito a tasso zero che può coprire fino al 75% delle spese ammissibili (il restante 25% deve essere “procurato” dal richiedente, con mezzi propri o con altri prestiti bancari). I prestiti possono essere richiesti per iniziative mirate a:

  • produzione di beni nei settori di artigianato, industria e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi a persone e imprese;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo

con particolare attenzione per i progetti relativi all’innovazione sociale e alla filiera turistico-culturale.

La domanda per accedere alle agevolazioni può essere inviata esclusivamente online: dopo essersi registrati sul sito di Invitalia (il portale dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa che si occupa di gestire i bandi è raggiungibile all’indirizzo www.invitalia.it) è possibile compilare la domanda online, allegando i documenti richiesti e il business plan. Per completare l’invio è necessario avere un indirizzo di posta elettronica certificata  la firma digitale. Le richieste vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo (non ci sono graduatorie), quindi sopo il controllo formale e la valutazione di merito è possibile che il richiedente debba sostenere un colloquio con gli esperti dell’Agenzia. Chi incontra qualche difficoltà nella presentazione della domanda può sfruttare il supporto fornito dal tam di Invitalia chiamando il numero 848886886. Le imprese che vengono ammesse al finanziamento devono completare il loro piano di investimenti entro 24 mesi dalla firma del contratto: dal momento del completamento del piano inizierà il rimborso, che può durare fino a 8 anni e che prevede il pagamento di rate semestrali posticipate.

Finanziamento Resto al Sud: prestiti agevolati per le nuove realtà imprenditoriali giovanili del Mezzogiorno

Un’altra misura pensata per i giovani che vogliono dar vita a nuove attività imprenditoriali è Resto al Sud: in questo caso le agevolazioni sono rivolte ai giovani tra i 18 e i 35 anni che al momento della richiesta risiedono (o che trasferiscano la loro residenza dopo la comunicazione di esito positivo) in:

  • Abruzzo;
  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Campania;
  • Molise;
  • Puglia;
  • Sardegna;
  • Sicilia.

I richiedenti non devono avere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato in corso e per tutta la durata del finanziamento e non devono essere già titolari di un’attività di impresa. Possono presentare la domanda le società, le cooperative e le ditte individuali costituite sopo il 21 giugno 2017 e le persone che le costituiranno entro 60 giorni dall’ammissione al contributo.

L’obiettivo è quello di favorire la nascita di nuove realtà imprenditoriali nelle regioni del Sud Italia ne settori di:

  • produzione di beni nei settori di artigianato, industria e trasformazione dei prodotti agricoli, acquacoltura e pesca;
  • fornitura di servizi a persone e imprese;
  • turismo

Sono esclusi i progetti relativi ad attività agricole o libere professionali e al commercio. Tra le spese ammissibili ci sono quelle per la ristrutturazione o la manutenzione straordinaria di beni immobili, quelle per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti o software e in generale tutte quelle utili all’avvio della nuova attività. Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili: il 35% viene erogato sotto forma di contributo a fondo perduto, mentre il restante 65% viene erogato come finanziamento bancario ma grazie al Fondo di Garanzia per le PMI gli interessi sono coperti. La procedura per inviare la domanda è la stessa che abbiamo descritto in precedenza: dopo la registrazione al sito di Invitalia è possibile inviare la richiesta di finanziamento online (occorrono sempre firma digitale e indirizzo PEC); le richieste vengono valutate in ordine cronologico di arrivo (di solito la valutazione viene fatta dopo circa due mesi dalla presentazione).

Finanziamento Smart&Start Italia per dare vita a nuove start up giovanili

Non è un’iniziativa pensata specificamente per i giovani, ma è giusto parlare anche di Smart&Start Italia, l’agevolazione che punta a sostenere la nascita e lo sviluppo di start up innovative in tutto il Paese; si possono finanziare progetti fino a 1,5 milioni di euro con copertura di costi di gestione e spese di investimento. Le start up innovative che possono beneficiare dell’agevolazione

  • hanno un importante contenuto tecnologico;
  • sono attive nel campo dell’economia digitale;
  • danno valore ai risultati della ricerca (il cosiddetto spin.off da ricerca).

L’iniziativa si concretizza con la concessione di un mutuo a tasso zero che può coprire fino al 70% dell’investimento complessivo (la percentuale può salire fino all’80% se la start up è costituita solo da donne o da giovani fino ai 35 anni, oppure se al suo interno c’è anche almeno un dottore di ricerca italiano che opera all’estero, ma vuole rientrare in Italia). Le start up che hanno la sede nelle regioni del Sud Italia (Sicilia, Sardegna, Puglia, Molise, Campania, Calabria, Basilicata e Abruzzo) possono contare anche su un contributo a fondo perduto di valore pari al 20% del mutuo. Le nuove start up (ovvero quelle costituite da meno di un anno) nella fase di avvio possono beneficiare dei servizi di assistenza tecnico-gestionale per quanto riguarda il marketing, l’organizzazione e la pianificazione finanziaria). La presentazione della domanda segue lo stesso iter visto nei casi precedenti, con iscrizione al sito di Invitalia e compilazione del modulo di richiesta online.

Torniamo ai finanziamenti per giovani in senso stretto: uno di bandi gestiti da Invitalia riguarda un target particolare, ovvero i NEET che vogliono creare la loro piccola iniziativa imprenditoriale. Parlliamo di SelfiEmployment, un progetto collegato al Programma Garanzia Giovani e supervisionato dal Ministero del Lavoro. Prima abbiamo utilizzato la parola NEET, ma forse non tutti sono a conoscenza del suo significato; l’iniziativa SelfiEmployment è destinata ai ragazzi che hanno un’età compresa tra i 18 e i 29 anni, che sono iscritti al programma Garanzia Giovani (anche se non partecipano al percorso di accompagnamento mirato all’autoimprenditorialità) e che sono senza un lavoro e non sono impegnati in un percorso di formazione professionale o di studio (NEET infatti significa Not in Education, Employment or Training). Il contributo viene concesso per iniziative di autoimpiego e autoimprenditorialità in tutti i settori della fornitura di servizi, del commercio e della produzione di beni (anche nella forma del franchising), come ad esempio i servizi alle imprese e alle persone, il turismo e i servizi culturali o ricreativi, il risparmio energetico e le energie rinnovabili, il commercio al dettaglio o all’ingrosso, la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, manifattura e artigianato e così va. Rimangono esclusi i settori della pesca, dell’acquacultura e della produzione primaria in agricoltura.

Le attività ammesse alla misura possono ottenere un finanziamento agevolato con importi che vanno dai 5.000 ai 50.000 euro:

  • con il microcredito si finanziano progetti tra i 5.000 e i 25.000 euro;
  • con il microcredito esteso si finanziano progetti tra i 25.001 e i 35.000 euro;
  • con i piccoli prestiti si finanziano progetti tra i 35.001 e i 50.000 euro.

Si tratta in ogni caso di prestiti a tasso zero (ovvero senza interessi), che vanno rimborsati in sette anni con il pagamento delle rate mensili che inizia dopo sei mesi dalla concessione del finanziamento. Chi ha ottenuto l’agevolazione è obbligato a realizzare il programma di investimenti entro 18 mesi dall’ammissione. Le domande, come sempre, devono essere inviate online ad Invitalia: alle richieste valutate viene assegnato un punteggio (la partecipazione ai percorsi di formazione e di accompagnamento all’avvio dell’impresa organizzati dal Programma Garanzia Giovani dà diritto a 9 punti aggiuntivi).

Finanziamenti per giovani agricoltori 2021

Ci sono delle opportunità anche per i giovani agricoltori: usciamo dall’ambito dei finanziamenti per giovani gestiti da Invitalia e facciamo la conoscenza dei contributi di ISMEA mirati al ricambio generazionale nel settore dell’agricoltura e nell’ampliamento delle aziende già esistenti. I progetti ammessi sono quelli relativi ai settori della produzione agricola, della commercializzazione e della trasformazione dei prodotti agricoli e della diversificazione del reddito agricolo. I beneficiari possono essere le micro, le piccole e le medie imprese (ditte individuali oppure società) composte da giovani di età compressa tra i 18 e i 40 anni; i requisiti richiesti alle imprese beneficiarie sono i seguenti:

  • in caso di subentro le nuove imprese agricole devono essere costituite da massimo 6 mesi e devono avere la sede operativa sul territorio nazionale, mentre l’azienda cedente deve essere attiva da almeno due anni e deve essere sana finanziariamente ed economicamente;
  • in caso di ampliamento le imprese agricole devono essere attive e costituite da almeno due anni e devono essere solide finanziariamente ed economicamente.

Si possono finanziare progetti fino ad un milione e mezzo di euro, con durate che vanno dai 5 ai 15 anni; il contributo consiste in un mutuo agevolato a tasso zero per importi che possono arrivare fino al 75% delle spese ammissibili; nelle regioni del Sud è possibile scegliere se optare per il mutuo appena visto oppure per un contributo a fondo perduto fino al 35% delle spese ammissibili e un mutuo agevolato a tasso zero che copre fino al 60% delle spese ammissibili. Per le attività di diversificazione del reddito agricolo e di agriturismo è possibile accedere ad agevolazioni in regime de minimis fino a 200.000 euro. Per scoprire ulteriori finanziamenti per giovani e non che intendono sviluppare progetti nel settore dell’agricoltura si può fare una ricerca sul web e visitare il sito ufficiale dell’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare raggiungibile all’indirizzo www.ismea.it.

Mutui acquisto prima casa giovani coppie 2021

Chiudiamo questo approfondimento dei finanziamenti per giovani 2021 parlando dei mutui per le giovani coppie che vogliono acquistare la prima casa. Sono previste delle agevolazioni grazie al Fondi di garanzia mutuo prima casa (che ha sostituito il vecchio Fondo Casa) e le giovani coppie, così come le famiglie con un solo genitore, rientrano tra i beneficiari. La garanzia viene concessa per importi che corrispondono al massimo al 50% della quota capitale del finanziamento ipotecario; per potervi accedere è necessario che il richiedente al momento della domanda non sia proprietario di altri immobili ad uso abitativo e che l’immobile oggetto del mutuo sia sul territorio nazionale e non appartenga alle categorie catastali A1, A8 e A9 e non deve presentare le caratteristiche di lusso indicate dal decreto ministeriale 1072/1969. L’agevolazione può essere richiesta per l’acquisto dell’immobile adibito ad abitazione principale del soggetto che contrae il finanziamento, ma anche per la sua ristrutturazione o per l’accrescimento dell’efficienza energetica.

Per poter ottenere il mutuo agevolato almeno uno dei componenti della coppia non deve aver superato i 35 anni; la richiesta può esser fatta direttamente presso uno degli istituti di credito che aderiscono all’iniziativa; sarà poi l’istituto stesso a girare la domanda e tutta la documentazione necessaria al Gestore del Fondo, che attribuisce alla richiesta un numero di protocollo, entro 15 giorni la banca potrà comunicare ai richiedenti se la loro domanda è stata accettata o meno: se l’esito è positivo entro 30 giorni viene erogato il mutuo e scatta la garanzia statale. I mutui erogati sono ipotecari e non possono avere un valore superiore ai 250.000 euro, mentre sulle condizioni applicate decidono i singoli istituti, che comunque devono rispettare determinati limiti (i parametri sono l’Euribor o l’Irs a seconda che il tasso sia variabile o fisso a cui è possibile aggiungere uno spread massimo dell’1,5% per i finanziamenti dai venti anni in su o uno spread fino all’1,20% per i mutui che presentano un tasso inferiore rispetto a quello pubblicato ogni trimestre dal Ministero dell’Economia).

Finanziamenti Intesa Sanpaolo per giovani coppie

Vediamo ora alcuni finanziamenti per giovani per l’acquisto della prima casa: il Mutuo Giovani di Intesa Sanpaolo è dedicato alle persone che hanno meno di 35 anni e vogliono comprare la prima casa; il Piano Base Light permette di beneficiare di un periodo di pre-ammortamento che può durare fino a 10 anni durante il quale si pagano delle piccole rate di soli interessi; il piano di rimborso vero e proprio può arrivare fino a 40 anni di durata. L’importo erogato può arrivare fino al 100% del valore dell’immobile e c’è la possibilità di sfruttare l’opzione di flessibilità “sospensione rate” fino ad un massimo di tre volte. Si può scegliere tra tasso fisso e tasso variabile. Piccole esempio: un Mutuo Giovani con Piano Base (tasso e rate stabilite nel contratto) per l’acquisto di una prima casa garantito da un’ipoteca sull’immobile con importo da 100.000 euro e durata di 25 anni viene rimborsato con il pagamento di 300 rate mensili da 433,66 euro; on il TAN fisso 2,20% e TAEG 2,391%, il costo totale del credito è pari a 32.359,32 euro.

Finanziamento Ubi Banca per giovani coppie

Anche UBI Banca propone il suo Mutuo per giovani coppie che hanno intenzione di acquistare una prima casa, anche se non hanno un lavoro con contratto a tempo indeterminato. Per ottenere il finanziamento i requisiti sono:

  • non avere più di 40 anni;
  • lavorare da almeno 18 mesi (o aver lavorato per almeno 18 mesi negli ultimi due anni);
  • avere un’occupazione.

Il mutuo per giovani coppie di UBI Banca può essere a tasso fisso, a tasso variabile (anche nella versione Sempre Light, con spread decrescente) o a tasso misto. Ad esempio, un finanziamento a tasso fisso da 100.000 euro da restituire in 30 anni prevede il pagamento di 360 rate mensili; il parametro di riferimento è l’IRS Lettera a 30 anni, che attualmente è pari all’1,500%; considerando lo spread del 2,3%, il TAN è pari al 3,8%, mentre il TAEG è al 4,28% (per un costo complessivo del credito che ammonta a 74.695,60 euro).

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Privacy Settings

When you visit any web site, it may store or retrieve information on your browser, mostly in the form of cookies. Control your personal Cookie Services here.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi