Finanziamento per acquisto farmacia: come avere fondi per nuova apertura

Ancora oggi aprire una farmacia si rivela essere un investimento in grado di garantire un ottimo sbocco lavorativo per tutti coloro che hanno studiato farmacia. Calcolando che in genere soltanto l’acquisto di una licenza basica si aggira intorno ai 100000 euro, aprire una nuova farmacia oggi è davvero dispendioso: come trovare i fondi necessari? Analizziamo, quindi, alcune soluzioni di finanziamento per procedere con l’acquisto di una farmacia per ottenere i fondi necessari per una nuova apertura.

Finanziamento Farma Life di BNL per acquistare una farmacia

La prima soluzione che abbiamo ritenuto necessario presentarvi è quella di Farma Life proposta da BNL, Banca Nazionale del Lavoro. Pur non essendo tipicamente riconosciuta come gruppo affine al mondo della farmacia, siamo certi che l’esperienza del settore finanziamenti  collezionata a partire dal 1913, anno di fondazione della stessa quando ancora era conosciuta come Istituto Nazionale di credito per la Cooperazione, abbia forgiato in maniera in equiparabile la validità della compagnia di finanziamento.

Il programma Farma Life di BNL si articola su tre parti diverse. La prima riguarda le farmacie che nascono, la seconda quelle “adulte” e la terza quelle che si evolvono: non a caso Farma Life si presenta come “il flusso vitale della tua farmacia” accompagnando un esercizio commerciale di questo tipo dagli albori, fino al momento in cui viene il momento di “evolvere”, rimodernarsi e aggiornarsi.

In qualsiasi “momento della vita” della vostra farmacia vi troviate a lavorare, BNL sarà in grado di mettere a disposizione del farmacista una assistenza idonea sia in agenzia che a distanza tramite telefono o online.

In particolare, l’offerta dedicata alla nuova farmacia, presente nel particolare come  “per una farmacia che nasce le soluzioni Farma Life Start up”, ci viene presentata tramite l’esperienza di Laura che è alla ricerca di un immobile per la sua nuova attività di farmacista.

Con la soluzione Farma Life Start Up, Laura potrà aprire un conto farmacisti che, con il passare del tempo, le frutterà numerosi vantaggi e premi. Esso prevede due conti esclusivamente riservati ai farmacisti, il primo particolarmente adatto a coloro che sfruttano molto il sistema online anche per queste transizioni di denaro. Sarà proprio questo primo  conto a permettere ai farmacisti di godere dell’utilizzo del Pos con canone azzerato dopo un certo limite mensile e dell’internet banking a prezzo scontato.

Il secondo conto, invece, è erogato con un forfait di operazioni incluse ed è l’ideale per tutto coloro che, pur avendo una bassa operatività, preferiscono rivolgersi ad una agenzia di professionisti: un numero già stabilito di operazioni, in questo caso, è già incluso nel trimestre.

Non solo: con lo stesso conto farmacisti potrà immediatamente chiedere un mutuo o un leasing immobiliare per il locale in cui si trova la sua farmacia.

Se deve liquidare il gestore uscente e ampliare lo spazio per il magazzino potrà richiedere il finanziamento a lungo termine “Start up e Sviluppo Farmacie, creato ad hoc per realizzare investimenti materiali ed immateriali: dall’apertura di una attività con l’acquisizione delle relative quote societarie all’acquisto dei locali, dei magazzini e della stessa sede farmaceutica.

L’ultimo step, ovviamente, sarà rappresentato dalla necessità di comprare i medicinali che poi rivenderà nel suo punto vendita: BNL ha pensato anche a questo. Basterà richiedere il Ciclo Produttivo Farmacie, credito bancario a breve termine utilizzabile con le stesse modalità del conto corrente, la cui disponibilità avrà lo scopo di garantire l’elasticità di cassa.

Una volta cresciuta l’impresa, dopo qualche anno, se Laura vorrà scegliere di automatizzare il magazzino e arredare con diversi supplementi il locale potrà farlo grazie ai prodotti di leasing strumentale.

Se anche voi state vivendo una situazione simile a quella di Laura, potrete tranquillamente cliccare sul sito di BNL e scaricare la brochure dedicata.

Finanziamento Banca IFIS Pharma (CrediFarma) per aprire una nuova farmacia

Nato nel 1983 a Genova, il Gruppo Banca IFIS S.p.A., Istituto di Finanziamento e Sconto, si occupa di garantire soluzione di credito e finanziamento nell’ambito dello specialty finance: per questa ragione è diviso in più rami.

Banca IFIS Pharma, ad esempio, si occupa delle aziende che lavorano nel cosiddetto SSN, cioè Sistema Sanitario Nazionale, soprattutto nel settore farma- industriale. CrediFarma, in particolare, si occupa di servizi finanziari indirizzati alle farmacia. Proprio tramite CrediFarma, la Banca IFIS Pharma riesce a rispondere ai bisogni  che richiede una nuova farmacia, fornendo strumenti finanziari a breve, medio e lungo termine fra cui il conto corrente IFISimpresa e il suo relativo Online Banking. Tutte le soluzioni di Banca IFIS Pharma erogate con CrediFarma permettono , con il factoring pro-soluto, di gestire ed incassare il finanziamento del servizio avendo la garanzia che la Banca IFIS Pharma stessa si assumerà il rischio d’insolvenza del debitore.

La tipologia di finanziamento consigliata per una nuova apertura è senza dubbio quella che si articola tramite i finanziamenti di medio e lungo termine: questo genere di prestito, oltre a portare il primo ovvio vantaggio, riesce a garantire al neo-  farmacista ulteriori benefici.

Sarà, infatti, possibile scegliere di utilizzare il finanziamento per colmare spese ingenti per i bisogni del locale, ma anche razionalizzare costi e risorse: tutto potrà essere garantito in totale “elasticità e tranquillità di rimborso”, come viene specificato nello stesso sito, grazie alle condizioni contrattuali che arrivano addirittura a durare fino a 180 mesi.

Se, inoltre, il farmacista richiedente prestito ha vinto il concorso per una nuova apertura con la stessa tipologia di finanziamenti potrà comprare gli arredamenti, gli allestimenti per la nuova farmacia, le attrezzature,  i programmi gestionali e tutto ciò che serve per poter rendere il più possibile accogliente e funzionale il punto vendita che si accinge ad aprire.

Credifarma, inoltre, dispone di un punto di consulenze al quale il cliente interessato potrà rivolgersi per ottenere consigli da impiegati e specialisti nel settore: le opportunità, infatti, sono molteplici.

La soluzione Farmafast Plus è un fido elastico per affrontare un periodo in cui vi è mancanza di liquidità senza condizioni contrattuali o piani di rientro particolarmente rigidi.

Questa soluzione si presenta a tempo indeterminato. Poter contrarre un finanziamento del genere sarà davvero molto veloce in quanto basteranno soltanto 5 giorni lavorativi dalla richiesta per poter ottenere il finanziamento.

Nonostante la flessibilità e le condizioni molto vantaggiose del contratto relativo al prestito, anche il farmacista avrà degli obblighi da mantenere per tutta la durata dello stesso:  non potrà, infatti, recedere dal contratto in anticipo sulla durata di esso e non dovrà revocare il mandato all’incasso e procura speciale o la cessione del credito fino al completo e totale ripianamento delle esposizioni in essere.

Un altro servizio utile per poter ovviare ai problemi relativi alle finanze delle farmacie, in particolare per quelle che devono regolarizzare i pagamenti verso i fornitori, è il Farmacycle.

La soluzione Farmacycle, però, trattandosi di una regolarizzazione dei pagamenti già in atto in tempi precedenti, tendenzialmente non sarà la prima scelta di chi si trova, invece, a dover aprire una nuova farmacia: i vantaggi sono, comunque, degni di nota in quanto prevedono la regolarità maggiore delle spese ai fornitori, quella di ottenere una dilazione delle stesse da 30 a 120 giorni, cioè da uno fino a ben quattro mesi e, infine, quella di poter assicurarsi degli sconti sulla merce.

Finanziamento Avvio Farmacia di Igea Banca

Anche Banca Igea, come le precedenti, mette a disposizione dei clienti delle soluzioni specifiche per  trovare fondi, tramite i finanziamenti idonei, per la apertura di una nuova farmacia: Banca Igea mette a disposizione dei consumatori un finanziamento ideale per incominciare a mettere le basi del proprio esercizio imprenditoriale.

La soluzione, stavolta, si chiama proprio Avvio Farmacia ed è costituita da un finanziamento chirografario o ipotecario che può essere stipulato sia con medio che con lungo termine.

Come dice già il nome stesso della soluzione di finanziamento, Avvio farmacie di Banca Igea è dedicato  ai nuovi titolari e alle nuove farmacie, appunto.

Si presenta come un finanziamento flessibile e comodo, grazie anche al numero di anni che si occupano di formare la lunga durata: se si sceglie  il finanziamento ipotecario la durata massima potrà essere di 15 anni, mentre nel caso di quello chirografo sarà di 10, il tutto con un tasso di interesse che potrà essere fisso, parametrato all’IRS di periodo, oppure variabile parametrato, stavolta, all’Euribor 3 mesi 360 con lo spread in funzione del rating.

L’importo del finanziamento proposto da Avvio Farmacia va da una minimo di 10000 euro fino ad un massimo di 1500000 per una durata minima di 24 mesi, cioè due anni, fino ad un massimo di 120 mesi, quindi ben dieci anni nel caso di finanziamenti a lunga durata. La commissione di istruttoria sarà equivalente al massimo dell’ 1 % dell’importo erogato dalla commissione di incasso.

Il finanziamento intero potrà essere seguito dalla Garanzia del Fondo Centrale o consortile dei confidi convenzionati.

Ad esso, però, potranno essere abbinati ulteriori servizi correlati: il conto corrente ordinario; l’applicazione mobile utilizzabile dal vostro smartphone della banca, Igea Banking;  ulteriori servizi utili ai fini di incasso e pagamento come quello di Home Banking, il servizio CBI e l’Igea Pos e, infine, una copertura assicurativa il cui valore cambierà in base alla scheda del prodotto finanziario che abbiamo deciso di acquistare e che potrà essere una polizza vita TCM, cioè Temporanea Caso di Morte, o una polizza credito CPI, cioè Credit Protection Insurance che, nella nostra lingua, traduciamo come polizza a protezione del credito.

Per poter richiedere il finanziamento, un consumatore interessato potrà rivolgersi agli agenti o alle altre strutture convenzionate, ricevendo anche una assistenza per valutare l’investimento che si vuole compiere e la programmazione della gestione finanziaria e commerciale della nuova farmacia che sta per aprire.

Qualora fossimo già abbastanza sicuri della scelta, potremo avanzare richiesta tramite il sito o l’e- mail.

Finanziamento Farbanca per acquisto di una nuova farmacia

La nostra ultima proposta è quella offerta da Farbanca, banca che nasce a Bologna nel 1997 con il nome “Federbanca”.

La peculiarità di questa compagnia è che è la prima in Italia che, senza appartenere ad un gruppo più grande e sviluppato, ma in totale indipendenza, si occupa di un unico settore specifico:  quello legato alla sanità. La sua mission, infatti, è quella di compiere una attività bancaria seria e professionale rivolta, però, esclusivamente al mondo della sanità e della farmacia nei quali, oggi, rappresenta la stella polare fra gli istituti di credito di settore. Curando solo di un ambito specifico,  si occupa di incoraggiare lo sviluppo di esso garantendo e supportando le opportunità di avanzamento, sia nel ramo operativo del settore che in quello relativo al reddito.

Sempre moderna e al passo con i tempi, Farbanca è una banca telematica di nicchia che riesce, al contempo, a garantire “un rapporto personalizzato, servizi mirati e di qualità, proposti a condizioni competitive” come viene presentato nel sito stesso.

Il fatto che si occupi di uno specifico settore, nel corso degli anni ha portato Farbanca a capire tempestivamente, se non addirittura in anticipo, i bisogni sentiti dai consumatori e a soddisfarne completamente le esigenze; a partecipare a progetti utili per chi lavora nell’ambito della sanità e della farmacia sia da un punto di vista professionale che relativo alle strutture utilizzate e, per concludere, collabora al fine di costruire programmi che possano creare ulteriori opportunità ai lavoratori del settore come la distribuzione intermedia, l’avvio di consorzi di acquisto o di nuove catene di farmacie.

Farbanca, infatti, si presenta come una banca specializzata che vuole cogliere le potenzialità dei propri clienti e che, allo stesso tempo, è decisa a mostrare le sue avendo, come scopo, quello di sviluppare il settore della sanità e della farmacia.

Per svolgere al meglio la sua funzione economica di istituto di credito Farbanca si affianca a commercialisti specializzati nel suo settore e riesce, grazie al loro lavoro, a proporre finanziamenti a breve, a medio e a lungo termine ai quali si aggiunge, oggi più di prima, una vasta gamma di tipologie di leasing.

Proprio a questo proposito, infatti, fra le tante opzioni di prestito per chi possiede una farmacia, come il finanziamento alla liquidità nel caso in cui fosse necessario stabilizzare la vita finanziaria della farmacia o quello per la ristrutturazione, l’ammodernamento e l’acquisto di nuovi beni strumentali, emerge il finanziamento creato su misura per coloro che sono intenzionati ad aprire una nuova farmacia che, però, per farlo hanno la necessità di trovare fondi consistenti per coprire tutte le spese.

Con i suoi finanziamenti si propone di aiutare le farmacie nel loro percorso di crescita e vita, avendo come obiettivo quello di valorizzare le scelte e i progetti del farmacista che richiede a Farbanca un aiuto. Per questa ragione, infatti, Farbanca mette a disposizione dei clienti anche la consulenza dei gestori, la possibilità di portare avanti una analisi della situazione economica e finanziaria dell’impresa e quella di scegliere condizioni personalizzate in base al tipo di attività.

Per aprire una nuova farmacia, ad esempio, propone la soluzione detta, appunto, “finanziamento di acquisto farmacia” per l’acquisto di una farmacia o di una sede farmaceutica. La durata di questo finanziamento ha un massimo di 18 anni che comprendono anche il periodo di preammortamento che, al massimo, potrà essere di 12 mesi. Il piano di rimborso sarà in linea con la possibilità di ammortamento prevista e fiscalmente deducibile, mentre l’importo massimo del finanziamento erogabile  per aprire la farmacia verrà parametrato alle possibilità di fatturato della stessa una volta che avrà acquisito le capacità di rimborso.

Per tutte queste ragioni siamo convinti che il prestito Farbanca sia davvero vantaggioso, grazie alla componente finanziaria che sarà sempre in stretta correlazione con l’investimento e grazie anche alla possibilità di impiegare il minor capitale richiesto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*