Finanziamenti Condominio 2019: migliori finanziamenti bancari per ristrutturazione condomini Unicredit, BNL e BPM

Se si ha ad esempio la necessità di ristrutturare un condominio esistono dei finanziamenti bancari per lavori di ristrutturazione dei condomini. Vediamo nello specifico qual è l’offerta di Unicredit, BNL e BPM  prevista per il 2019.

Migliori finanziamenti Unicredit per ristrutturazione condomini 2019

I lavori di ristrutturazione rappresentano una parte importante per il mantenimento di un condominio in buone condizioni nel tempo. Spesso però vengono rimandati per gli alti costi che vanno a incidere in maniera incisiva sui bilanci familiari, specialmente in tempi di crisi come quelli attuali. Ristrutturare un immobile infatti comporta sborsare cifre consistenti, di cui spesso le persone  non dispongono. Il lavoro sempre più precario e scostante, le paghe basse e nei casi peggiori l’assenza di lavoro incidono drasticamente sulle spese che le famiglie possono sostenere.

Ecco perché quando si tratta di decidere sui lavori da fare in un condominio è davvero difficile che i condomini si mettano d’accordo soltanto con una riunione. Solitamente le ragioni di attrito sono rappresentate dai costi da sostenere e dal fatto di recuperare i soldi da dover sborsare. Allo stesso tempo però rimandare i lavori necessari a un immobile residenziale determina non poche conseguenze. In primis si tratta di una questione di sicurezza e poi anche una perdita di valore dell’immobile stesso in caso si volesse appunto vendere un appartamento.

La mancanza di liquidità generale e la scarsezza delle risorse economiche ha fatto si che diversi istituti di credito italiani propongono anche i prestiti pensati appositamente per i condomini. Si tratta di un’importante risorsa alla quale si può ricorrere all’occorrenza.

Solitamente i finanziamenti per ristrutturare i condomini vengono erogati a tasso fisso. Le rate da rimborsare dei vari condomini sono in linea  di massima calcolate sulla base dei millesimi della propria casa. Tra i lavori di ristrutturazione vi rientrano ad esempio quelli dell’efficienza energetica. Per richiedere un prestito condominiale è necessario un preventivo e un accordo con la ditta che effettuerà i lavori di ristrutturazione. Sarà poi l’amministratore a occuparsi di negoziare le condizioni del mutuo e a sbrigare tutte le pratiche burocratiche necessarie.

Solitamente la durata del rimborso dei prestiti per condomini supera i 5 anni per un totale massimo di 120 rate. Nel caso in cui la banca non ottenesse il pagamento regolare delle rate, in base al codice civile potrà agire nei confronti dell’amministratore in quanto rappresentante legale dei condomini. D’altra parte il rischio che alcuni condomini non paghino le rate del finanziamento è sempre alle porte.

Come accennato sono diversi gli istituti bancari che mettono a disposizione dei finanziamenti pensati appositamente per gli interventi di ristrutturazione dei condomini. Si tratta di un servizio che sta riscuotendo sempre più successo, considerato che i lavori condominiali sono tra le spese più temute e rimandate dai condomini. Tra gli istituti bancari che erogano i finanziamenti per ristrutturare non poteva mancare un grosso e importante gruppo come appunto Unicredit, presente in 18 paesi con oltre 25 milioni di clienti.  Scopriamo quindi  a questo proposito qual è l’offerta di finanziamenti proposta da Unicredit per ristrutturare i condomini nell’anno 2019.

Unicredit offre un’ampia gamma di soluzioni creditizie adatte a tutte le esigenze. Tra le varie formule di prestito previste dalla banca vi è anche quella per effettuare lavori di ristrutturazione o riqualificazione energetica di un immobile residenziale. Sono infatti sempre più frequenti gli interventi mirati al miglioramento dell’efficienza energetica degli  edifici condominiali. Un miglioramento di questo aspetto infatti non può che innalzare la vivibilità di un luogo.

Nel caso dell’Unicredit se ad esempio si richiede un prestito di 50.000 euro il rimborso può avvenire in 8 anni con 96 rate mensili pari a 669,31 euro. Per quanto riguarda questo genere di finanziamento il TAEG è del 7,01% mentre il TAN è di 6,50%  Il totale da restituire pertanto ammonta a 64,790 euro.

Ricordiamo inoltre che nell’aprile del 2019 Unicredit ha aderito a CappottoMio, un importante servizio progettato da Eni gas e luce in collaborazione con Harley&Dikkinson. Il progetto CappottoMio è finalizzato alla messa in sicurezza sismica e alla riqualificazione energetica dei condomini. Si calcola che in Italia vi sia un mercato di circa 10 miliardi nei prossimi 11 anni. Sono infatti numerose le persone che vivono nei condomini.

Oltre all’isolamento termico CappottoMio prevede anche l’adeguamento delle centrali termiche condominiali con la possibilità di usufruire dei vantaggi fiscali dell’Ecobonus. Il condominio che vuole installare CappottoMio può cedere al partner operativo di Eni gas e luce tutte le detrazioni fiscali e corrispondere anche a rate l’importo rimanente della spesa totale. Il condominio può inoltre ottenere da parte di Unicredit il finanziamento della parte eccedente il bonus fiscale con un muto della durata al massimo di 10 anni.

Questo programma al quale ha aderito Unicredit consente alle famiglie di beneficiare di un’offerta a 360 gradi per garantire il massimo risparmio al condominio. Unicredit in sostanza finanzia la parte eccedente il bonus fiscale con mutui della durata massima di 5 o 10 anni.

Per approfondire e avere informazioni ulteriori sui finanziamenti per lavori di ristrutturazione dei condomini è possibile mettersi in contatto con Unicredit chiamando il numero verde se si è clienti, oppure usufruendo del servizio chat presente sul sito. In alternativa si può recare in filiale e parlare con un consulente di persona, per conoscere nello specifico le formule di finanziamento previste per il 2019 e gli aspetti che caratterizzano il programma CappottoMio.

Se il vostro amministratore non è al corrente di queste novità potrete fargliele presenti così da prendere tutte le informazioni da condividere con gli altri condomini in sede di assemblea.

Finanziamenti di BNL per ristrutturazione condominio nel 2019

Se l’offerta di Unicredit non dovesse soddisfarvi vi sono altri istituti di credito che hanno predisposto dei contributi per gli interventi da effettuare sui condomini. Tra i gruppi bancari che propongono finanziamenti per la ristrutturazione degli edifici condominiali vi è la BNL, ovvero la Banca Nazionale del Lavoro del gruppo BNP Paribas.

Un importante finanziamento previsto da BNL è il Green Condominio. Questo prestito è stato istituito per migliorare l’efficienza energetica del condominio attraverso degli interventi mirati sull’immobile. Il finanziamento di BNL copre tutte le spese e include anche un check up gratuito per valutare gli interventi da dover effettuare. La ristrutturazione rispetto al passato non riguarda più infatti soltanto la facciata, i balconi, gli interni, le mura da dipingere. Oggi il processo di ristrutturazione è divenuto più complesso perché riguarda appunto gli aspetti di miglioramento delle prestazioni energetiche di un immobile, specialmente se sono datati.

Il Green Condominio è un prestito chirografario a medio/lungo termine con una durata che va da minimo 18 mesi a un massimo di 60 mesi per interventi di efficientamento energetico di Condomini con massimo 80 unità immobiliari. Gli interventi di efficientamento energetico riguardano ad esempio la coibentazione, la climatizzazione, l’installazione di pannelli fotovoltaici, le caldaie a condensazione ecc.

Vediamo come funziona il rimborso con il prestito Green Condominio. Il cliente rimborsa il prestito con un pagamento periodico di rate che includono il capitale e gli interessi. Le rate possono essere mensili o trimestrali.

Per quanto riguarda il tasso del finanziamento questo può essere a tasso fisso o variabile. Il tasso fisso è stato pensato per chi vuole pagare sempre lo stesso importo mensile o trimestrale. Lo svantaggio del tasso fisso è però legato al fatto di non poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato. Il tasso variabile invece è adatto a chi vuole un tasso iniziale più favorevole e in linea con l’andamento del mercato. Può conseguentemente subire una riduzione,o anche un innalzamento ovviamente.

Vediamo con un esempio quanto può venire a costare il finanziamento a Tasso fisso di Unicredit, con un TAEG a 7,734%. L’ importo preso in considerazione è di 200.000 euro con durata di 60 mesi. Il tasso fisso nominale annuo è di 6,50%. Le spese di istruttoria sono di 130 euro. Le Commissioni di concessione sono di 4000 euro una tantum sull’importo erogato. L’imposta sostitutiva è di 500 euro pari allo 0,25% sull’importo erogato.

Alle stesse condizioni di cui sopra con il tasso variabile lo spread e di 5,50% e il tasso variabile parametro Euribor 1 mese puntuale è di -0,38%. Per conoscere ulteriori dettagli è possibile scaricare una guida sul sito di Unicredit, grazie alla quale si potranno fare tutte le opportune valutazioni per richiedere o meno questo tipo di finanziamento.

L’importo minimo finanziabile con Green condominio è di 5000 euro mentre quello massimo di 200.000 euro. La durata va dai 18 ai 60 mesi.  La polizza assicurativa è facoltativa, e copre dai rischi di decesso e invalidità permanente.

Chi sottoscrive il mutuo per condomini di Unicredit può inoltre estinguere il mutuo in maniera anticipata o al rimborso parziale del finanziamento, con preavviso di 90 giorni prima della data di estinzione.

Inoltre BNL, come accennato offre un check up energetico gratuito con tecnici specializzati presso il proprio condominio, prima di accedere al finanziamento. Grazie a questo controllo preventivo si accerta lo stato dell’immobile e gli interventi necessari per il relativo miglioramento sotto il profilo energetico.

Questo genere di prestiti permette di fare in modo che i condomini si mettano d’accordo sulle spese da sostenere per i lavori condominiali. Anche se prima di accedere al finanziamento molto probabilmente il dibattito in sede di assemblea sarà abbastanza lungo e faticoso. Chiaramente anche la banca da parte sua si riserva di fare tutte le valutazioni opportune prima di erogare l’eventuale finanziamento.

Finanziamenti condominio BPM 2019

BPM offre come Unicredit e BNL la possibilità di richiedere dei prestiti necessari per finanziare lavori di ristrutturazione dei condomini. Vediamo quindi qual è l’offerta di BPM per il 2019.

Il prestito di BPM riservato ai condomini è il Credito Condominio Energy Efficiency, dedicato agli edifici costruiti all’interno del Comune di Milano per finanziare diversi interventi di riqualificazione energetica. Nello specifico si può usufruire dei contributi per lavori di installazione dei pannelli fotovoltaici e solari; sostituzione della caldaia e lavori di isolamento termico.

Il finanziamento di BPM permette di coprire fino al 100% della spesa da sostenere, rimborsando l’importo da 12 a 120 mesi a condizioni vantaggiose.

Il Banco BPM  propone il finanziamento Edilizia costruire e ristrutturare con durata di 15 anni.

Per avere maggiori informazioni si può contattare il numero verde del Servizio Clienti di Banco BPM, oppure inviare un’email tramite il form di messaggistica presente sul sito della banca, o recarsi presso una filiale BPM.

Oltre ai prestiti da richiedere alle banche, i condomini possono richiedere delle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica. Si tratta di agevolazioni previste dalla legge e che permetto di ottenere delle detrazioni dal 70 al 75% a seconda se l’intervento interessa l’intero condominio o solamente una parte.

Ovviamente per avere un’idea ancora più ampia dei prestiti previsti per la ristrutturazione dei condomini si potrà fare un giro nel web e controllare anche attraverso i vari simulatori quali sono le offerte. Oltre a ciò si potrà anche fare una comparazione tra i vari istituti di credito per capire quali sono le offerte più vantaggiose. Un altro metodo è quello di leggere le opinioni di chi ha avuto modo di usufruire di questi prestiti.

Chiaramente poi le decisioni andranno prese di comune accordo in sede di assemblea condominiale. Prima o poi anche dopo numerose discussioni si verrà senza dubbio a capo della situazione e quindi si individuerà il prestito che mette d’accordo tutti alle condizioni più vantaggiose.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*