Finanziamenti BPM 2020: prestiti personali per privati e aziende, tassi, come richiederli agevolati

La soluzione del finanziamento rappresenta spesso l’unica via per portare a termine piccoli o grandi progetti lasciati in cantiere a causa di mancanza di fondi economici. Il Banco BPM ha messo in gioco per i suoi clienti diverse proposte dedicate non solo ai privati, ma anche alle aziende che in questo momento si trovano in difficoltà. All’interno di questo articolo sono raccolte tutte le informazioni sui finanziamenti per il 2020 con riferimento alle modalità di richiesta per quelli agevolati ed ai tassi previsti.

Finanziamenti BPM 2020: i prestiti personali per privati e tassi di interesse

I prestiti sono una “manna dal cielo” per coloro che intendono realizzare dei progetti, come l’acquisto di un veicolo o la ristrutturazione della propria casa.

I finanziamenti presentati dal banco BPM rispondono proprio alle necessità dei clienti e alle differenti situazioni finanziarie; uno dei prodotti migliori presentati proprio per il 2020 è il “Versatilo”, una soluzione pensata per i privati che consente l’erogazione fino a 50.000€ i quali sono successivamente rimborsabili in 10 anni.

Come lascia presagire già il suo nome, la peculiarità di questa soluzione è la notevole elasticità che si basa sulla possibilità di modificare la rata mensile sia a ribasso che al rialzo, ma questo è consentito solamente una volta l’anno e per un massimo di sei volte nell’arco della durata di tutto il periodo del finanziamento.

Altro vantaggio è il salto della rata, ovvero la possibilità di mancare il pagamento di una mensilità, la quale viene direttamente spostata al termine della data prevista.

La funzione in questione può essere disponibile per una volta l’anno e per tre volte lungo tutto il periodo di finanziamento.

L’elemento di flessibilità è importante, in quanto permette di alleggerire le spese, inoltre tenendo conto del reddito di ogni singolo richiedente le rate sono strutturate sul 40% dello stipendio mensile.

Oltre alla forma basic, il banco BPM per il 2020 ha messo in campo altre due varianti: Tutto in uno e Zero spese.

Il primo permette di riunificare tutti i finanziamenti in una sola soluzione mensile, richiedendo anche una somma aggiuntiva che consente un adattamento dei tassi di interesse direttamente all’importo richiesto; come per la forma tradizionale anche con Versatilo Tutto in Uno è concesso modificare o saltare le rate.

Versatilo Zero Spese permette invece di aprire un finanziamento senza spese aggiuntive, infatti non ci sono costi legati all’apertura, alla gestione, all’istruttoria, altri relativi a commissioni o imposte di bollo.

I vantaggi riguardano anche i tassi di interesse che vengono comunque calcolati sulla base dell’importo richiesto.

Come per tutte le forme di finanziamento, è fondamentale che i richiedenti rispondano a determinate caratteristiche: anzitutto devono essere maggiorenni, devono avere la residenza sul

suolo italiano infine devono avere un reddito stabile il quale deve essere dimostrato tramite contratto di lavoro a tempo indeterminato, dichiarazione dei redditi come libero professionista oppure trattamento pensionistico.

La flessibilità è esperibile anche nella modalità di richiesta del prestito, in quanto la sottoscrizione può avvenire direttamente online sul sito BancoBPMspa.cpm oppure prendendo appuntamento in una delle 2300 sedi italiane dell’agenzia in questione.

Essendo una collaborazione con Agos Ducato, che è l’istituto di erogazione della liquidità, la domanda di finanziamento può avvenire anche presso una loro sede.

Questo prodotto di BPM è stato studiato appositamente per i privati, ma soprattutto per le famiglie in quanto la liquidità richiedibile è fondamentale per affrontare sia le spese che i piccoli momenti di difficoltà economica.

A differenza di altri competitor del settore, la finalità non è domandata e le durate disponibili variano dai 24 mesi ai 120; un elemento da non sottovalutare quando si decide di richiedere un finanziamento, sono anche il TAN ed il TAEG, i quali sono variabili dal 4,91% e dal 6,17%.

Altra soluzione pensata per i privati è Personal Credit Express Cash; quest’ultima è l’ideale per chi ha la necessità di avere sempre disponibile una liquidità.

Non è altro che una linea di credito che contempla un importo massimo di 7000€, che è sempre rinnovabile e comprensivo di interessi.

Una volta accordato un determinato fido è possibile accedervi in ogni momento, pagandone dunque gli interessi e l’uso, ma a differenza di altri prodotti finanziari non presenta alcuna spesa dalla sua attivazione fino alla sua estinzione.

Proseguendo con le altre forme di finanziamento tra le quali è possibile scegliere, emerge per importanza anche il prestito Webank Small.

L’importo domandabile varia da un minimo di 500€ ad un massimo di 10.000€ e non prevede una determinata finalità ma contempla tutte le esigenze di spesa.

Per quanto riguarda le caratteristiche contrattuali, la durata prevista varia dai 6 mesi fino ai 60 e la periodicità delle rate è mensile.

Il risparmio è riscontrabile anche in merito alle spese accessorie, in quanto l’istruttoria della pratica è gratuita, così come l’addebito in rata conto corrente e l’estinzione anticipata.

Possono richiedere questa tipologia di finanziamento coloro che sono titolari di un conto WeBank attivo da un tempo minimo di sei mesi, inoltre deve essere presentato un documento che sia in grado di attestare un reddito continuativo certificato.

Il tasso resta fisso al 7% per tutta la durata del finanziamento, mentre si attesta al 6,30% se avviene l’accredito in conto corrente.

WeBank Small rappresenta dunque la forma di prestito facile e veloce per non rimanere mai sprovvisti di liquidità in momenti di particolare difficoltà.

Per quanto riguarda le spese più importanti e documentate, è bene orientarsi verso la formula Webank Large che consente l’ottenimento fino a 30.000€.

A differenza del precedente ha un tasso fisso dell’8% per tutta la durata del finanziamento, mentre la percentuale si abbassa al 7,20% se avviene l’accredito in conto corrente.

Come per la versione Small, anche la Large non prevede costi di attivazione e di gestione ed inoltre il tasso resta fisso.

I requisiti per l’attivazione sono i medesimiin aggiunta però,il finanziamento deve concludersi prima che i richiedenti compiano il settantesimo anno di età.

Altri da tenere in considerazione, soprattutto se si hanno figli che intendono proseguire gli studi, sono Let’sBank e Master Let’sBank.

Purtroppo non è sempre semplice riuscire a mantenere i giovani in università, ragione per la quale il Banco BPM ha ideato dei prestiti che possono rappresentare un valido aiuto in situazioni economiche di difficoltà.

Il primo esempio mette a disposizione 3 mila euro a tasso fiso con una durata che varia fino a 36 mesi, mentre il secondo è stato appositamente creato per dare un’opportunità in più a coloro che vogliono proseguire gli studi dopo la laurea.

Quest’ultimo caso prevede la concessione di una cifra minima che va da 3 mila euro fino ai 15 mila€ che è rimettibile con una durata che può arrivare fino ad 84 mesi ed ha un tasso fisso.

In entrambi i casi, la richiesta può essere effettuata da tutti coloro che hanno un’età inferiore ai 29 anni.

Proseguendo con un altro prodotto finanziario presentato nel 2020 da BPM è bene tenere in considerazione Fido Webank, che rappresenta un supporto economico fondamentale per affrontare con maggiore tranquillità tutte le spese necessarie.

Con questa forma di finanziamento è data la possibilità di disporre pagamenti e prelievi che superano il saldo disponibile sul conto, nei limiti dell’importo concesso.

Il tasso di interesse nominale annuo è altamente variabile con un 4,500%, mentre le commissioni di disponibilità dei fondi e le spese di istruttoria e rinnovo del fido sono completamente gratuite.

Fido Webank richiede ovviamente l’essere titolari di un conto Webank attivo da circa sei mesi ed inoltre è fondamentale avere l’accredito continuativo dello stipendio da almeno tre mesi.

La durata non è stabilita a differenza di tutte le altre tipologie di prestito, ma resta possibile fino a quando viene mantenuto l’accredito dello stipendio in conto corrente.

I vantaggi proposti sono molteplici: anzitutto sotto il profilo economico non prevede alcun costo di attivazione o di rinnovo; è altamente conveniente in quanto gli interessi sono indicizzati al tasso BCE e calcolati solamente sugli utilizzi effettivi ed infine è anche facile da richiedere soprattutto se si possiede già un conto con WeBank.

Finanziamenti per aziende BPM 2020

In questo ultimo periodo a causa delle misure di lockdown e della crisi economica che si sta abbattendo sull’Italia, alcune imprese hanno avuto diverse difficoltà a restare in piedi.

Al fine di sostenere queste importantissime realtà imprenditoriali, il Banco BPM ha deciso di proporre delle soluzioni finanziarie estremamente importanti e competitive, funzionali ad aiutarelo sviluppo ed il mantenimento delle attività.

Le soluzioni presentate si suddividono principalmente in finanziamenti a breve termine e quelli a medio\ lungo termine, che prevedono piani che superano i 12 mesi, inoltre si adattano alle differenti esigenze dei propri clienti.

Uno dei primi finanziamenti ideati appositamente per le aziende riguarda il sostegno degli investimenti materiali e immateriali a capitale fisso, in particolare quelli relativi agli approvvigionamenti di scorte e magazzino.

Grazie alla maggiore liquidità,ogni azienda può far fronte con maggiore serenità alle spese necessarie per sostenere e mettere a punto i piani di crescita e sviluppo che consentono anche il miglioramento della struttura patrimoniale grazie all’essenziale supporto bancario.

Questa tipologia di erogazione economica è dedicata ad aziende con magazzino, quelle idonee alla produzione ed alle imprese di piccole, medie o grandi dimensioni.

Altri importanti aiuti posti in essere dal Banco BPM sono i finanziamenti dedicati, che supportano determinati settori dell’economia e forniscono aiuti a professionisti del mondo imprenditoriale; le soluzioni presentate sono tante e rispondono a realtà differenti.

Il finanziamento Semina, ad esempio fa parte del pacchetto relativo al settore agroalimentare, che concerne strumenti dedicati, con termini di finanziabilità, durata e modalità di rimborso studiati appositamente per venire incontro alle aziende impegnate in questo settore.

Il finanziamento in questione tiene conto delle tempistiche e delle modalità di incasso derivanti dalla vendita della produzione per delineare con maggiore precisione tutti i termini contrattuali.

Questo è dedicato specificatamente agli imprenditori del settore agrario, alimentare e forestale che hanno la necessità di un supporto finanziario, di una maggiore liquidità oppure di innovare o sviluppare la propria azienda.

Le soluzioni specifiche pensate in relazione a questo finanziamento sono molte tra le quali emergono per importanza il credito verde, che concerne l’apertura di un credito in conto corrente a tempo determinato che riguarda l’acquisto di materiale di consumo, spese di conduzione ed anticipo di spese sostenute a causa di calamità naturali; altro valevole è il finanziamento agrario per riequilibrio che ha la finalità di sostenere il miglioramento della situazione economica dell’azienda consolidando l’esposizione a breve termine; ma anche il finanziamento agrario flessibile può essere interessante in quanto è destinato a sostenere gli investimenti materiali e immateriali, oltre che finanziare i processi di apertura al mondo internazionale.

Finanziamenti agevolati Banco BPM 2020

I finanziamenti agevolati sono tipologie di prestito che presentano tassi di interesse contenuti e soluzioni particolarmente favorevoli se confrontate con altri prodotti presenti nel mercato.

Tipologie così strutturate sono proposte grazie anche al supporto dell’Unione Europea, per venire incontro a chi si trova in difficoltà.

Il Banco BPM per il 2020 ha inoltre deciso di mettere a disposizione dei prodotti finanziari appositamente pensati per la regione Lombardia, che nei mesi passati è stata la più colpita dalla pandemia di Coronavirus.

In relazione a quest’ultimo è bene tenere in considerazione Credito Adesso Finlombarida Spa, che serve come concessione alle piccole e medie imprese sul suolo lombardo per sostenere i fabbisogni di capitale delle stesse, i quali devono essere attentamente dimostrati con la presentazione di contratti inerenti all’attività di produzione.

I vantaggi per questa tipologia di concessione di mutuo sono diversi, anzitutto il tasso è variabile in base alla classe di rischio ,al fine di venire incontro alle esigenze dei diversi richiedenti;  successivamente il rimborso rateale può avvenire in 24 o 36 mesi, prendendo in riferimento una rata semestrale a capitale costante e scadenza fissa, in aggiunta c’è  anche la possibilità di domandare un elevato importo che va da un minimo di 18.000€ ad un massimo di 750.000€ e concerne circa l’80% dell’ammontare degli ordini e di contratti.

E’ bene ricordare anche che i finanziamenti possono essere assistiti dalla garanzia pubblica del Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese, come stabilito dalla legge 662\96.

I settori di riferimento sono quello manifatturiero, servizi alle imprese, commercio all’ingrosso, quello delle costruzioni che comprende anche le aziende artigiane ed infine tutte quelle imprese che devono operare in Lombardia da almeno due anno.

L’obiettivo fondamentale è quello di fornire sostegno al capitale circolante grazie ad una soluzione flessibile e conveniente.

Per trovare la migliore soluzione è consigliabile recarsi presso una delle differenti sedi del Banco BPM e prenotare un consulto con uno specialista di settore.

Dopo la conversione del Decreto Legge 23, il Banco ha deciso di prevedere nuove modalità di accesso agevolato al credito, disponile dopo una valutazione delle caratteristiche e delle dimensioni aziendali.

Per l’appunto sono messi a disposizione finanziamenti fino a 30.000€ con garanzia FGPMI al 100% sia per le imprese che per le persone fisiche che esercitano attività d’impresa o affini, nel terzo settore.

Le caratteristiche sono: una durata massima fino a 120 mesi, tasso di interesse calibrato entro i limiti definiti dalla legge, preammortamento di 24 mesi, infine l’importo non deve essere superiore al 25% del fatturato del beneficiario.

Richiedere questo finanziamento è molto rapido, infatti è possibile procedere in modalità semplificata con l’invio dei documenti tramite semplice mail allegando la copia del proprio documento di riconoscimento e le dichiarazioni per le informazioni aggiuntive per la richiesta di garanzia.

Coloro che invece necessitano di importi rilevanti, possono sempre fare riferimento alla garanzia FGPMI che copre fino al 90%, pensato per le piccole e medie imprese che hanno un numero di addetti non superiore a 499 e per gli enti appartenenti al terzo settore che sono iscritti al registro delle imprese.

Questa soluzione ha una durata massima di 72 mesi e l’importo erogabile non è superiore al 25% del fatturato del 2019 o al doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile.

Per essere del tutto in regola con la documentazione, è fondamentale scaricare la modulistica ufficiale presso il link https://www.fondidigaranzia.it/normativa-e-modulistica/modulistica/.

Le imprese che non appartengono al terzo settore, ma che sono state ugualmente colpite al livello economico dai mesi di lockdown, possono invece fare riferimento ai finanziamenti posti in essere dal Banco BPM con ABI.

Questa misura è dedicata a tutte le piccole e medie imprese che sono all’interno del territorio italiano che sono appartenenti a qualsiasi settore economico le quali risultano essere state duramente danneggiate dall’emergenza di Coronavirus.

Per le erogazioni a medio e lungo termine è prevista la sospensione delle rate fino a 12 mesi, della quota capitale oltre che dei conti correnti ipotecari e l’allungamento della durata dei finanziamenti fino al 100% della durata residua del piano di ammortamento.

Per ciò che interessa i finanziamenti di durata inferiore, è contemplata una proroga di 270 giorni delle scadenze dei crediti a breve termine ed un allungamento fino a 120 giorni delle scadenze del credito di conduzione, sia con cambiali che senza.

Per accedere a questi finanziamenti è sufficiente sottoscrivere la richiesta e presentare agli uffici del Banco BPM la dichiarazione di danneggiamento dell’impresa a causa dell’emergenza sanitaria.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*